Piazza S. Michele

Nel punto di incontro tra il decumano maximus con il cardo maximus era il Foro, la piu' rilevante ed importante piazza della Lucca medievale, dove sorse la prima sede del Comune, e che rappresento' quindi un'eccezione, poiche' su nessuna piazza pubblica affaccio' mai un edificio della Pubblica Amministrazione sino all'800.

Adibita sia a funzioni civili , sia a funzioni religiose, questa piazza nel 1300 circa, servi' anche come luogo di mercato soprattutto dei grani, ed era tenuta in cosi' alta considerazione che nelle immediate vicinanze era proibito tenere porci, anche se a scopo di vendita. Poco piu' tardi la piazza subi' un ampliamento, e vi trovarono sede banchi di cambisti e di mercanti di sete. Alla fine del 1400 circa fu lastricata di mattoni, e agli inizi del 1700 furono iniziati i lavori per rialzare il piano di due scalini, la pavimentazione a calcare bianco, e la caratteristica delimitazione con colonnini uniti da catene su tutto il perimetro. Il monumento a Francesco Burlamacchi, opera del Cambi, fu li' posato nel 1863.

Dettagli: Facciata della chiesa di S.Michele , Palazzo Pretorio